TESTE TONDE TESTE A PUNTA, una riflessione sulla razza

manifesto GIORNATA DELLA MEMORIA 2018 (1)

Teatro di Sacco ritiene che la Giornata della Memoria sia una ricorrenza di primaria importanza ed urgenza per onorare il ricordo di quel giorno, per tale motivazione ha deciso di allestire, in collaborazione e grazie al sostegno della Regione Umbria e del Comune di Bastia Umbra, un evento “Teste tonde teste a punta” una riflessione sulla razza che si terrà venerdì 26 gennaio alle ore 21.00 (per la cittadinanza) presso il Teatro Cinema Esperia Bastia Umbra e sabato 27 gennaio  alle ore 9,30 per le Scuole (già prenotate).

 

L’evento teatrale è uno “strano dramma satirico di respiro civile”, diretto da  Roberto Biselli, direttore del Teatro di Sacco, ispirato ad uno dei lavori meno conosciuti di Bertolt Brecht,“Teste tonde e teste a punta”, scritto tra il 1931 e il 1934, durante l’ascesa al potere di Adolf Hitler.

Il testo porta alla luce la discriminazione razziale utilizzata dal potere come pretesto per allontanare lo sguardo dai problemi economici dello Stato.

Nel paese inventato da Brecht la guerra si decide a tavolino, la giustizia sposta la bilancia

sempre e soltanto a favore del più potente e astuto, creando continui nemici per giustificarne la “violenza”. Ogni avvenimento, ogni male, ogni “crisi” vengono collegati e spiegati in base alla forma della testa. I “testa a punta” sono i responsabili di tutte le iniquità e chi non possiede la testa “giusta” viene discriminato con la paura e il terrore.

Ovviamente il  “dramma civile” allestito da Teatro di Sacco fa diretto riferimento all’ascesa al potere di Hitler e del nazismo, con le sue terribili teorie razziali e al controllo esercitato, tramite il terrore, in un paese, la Germania, divenuto ormai acquiescente.

Dal terrore allo sterminio il passo fu breve e ironicamente “Teste Tonde e Teste a Punta” cerca di raccontare e di conseguenza smontare, in modo evidente, i funesti meccanismi di quella presa del potere, celebrando, insieme al pubblico, la GIORNATA della MEMORIA 2018.

I protagonisti dell’evento-spettacolo sono gli allievi di due laboratori teatrali condotti da Roberto Biselli, ovvero il Laboratorio Teatrale dell’Università Libera di Bastia Umbra, promotore dell’evento, a cui si è unito, con prove e allestimento comuni, il Laboratorio Università della Tre Età di Perugia.

Un intervento musicale dal vivo è curato del Conservatorio di Musica di Perugia “Francesco Morlacchi” diretto dal Maestro Piero Caraba. Il Conservatorio di Perugia, infatti, ha coinvolto giovani musicisti: la soprano, Paola Vero e due strumentisti, Francesco Cioffi (clarinetto) e Pietro Cavallucci (contrabbasso) che eseguiranno la partitura musicale di Pasquale Alessio.

Teatro di Sacco e tutti i protagonisti dell’evento rivolgono un sentito ringraziamento all’Assessore della Regione Umbria Antonio Bartolini per la sensibilità dimostrata verso la proposta di progetto, nonché al Comune di Bastia per l’impegno profuso nell’organizzazione e all’Assessore Claudia Lucia per aver creduto nella realizzazione di tale allestimento.

Ringraziamenti anche al maestro Piero Caraba, del Conservatorio di Perugia, per aver messo a disposizione giovani talenti del nostro territorio.

Lo spettacolo si prefigge di contribuire al mantenimento della memoria collettiva attraverso la condivisione, perché solo ricordando ciò che è stato si potrà, forse, impedire che non avvengano mai più shoah né tutti gli altri stermini di cui il genere umano si è  macchiato  durante la storia della sua faticosa conquista della civiltà e di cui, purtroppo, a tutt’oggi, seppur con presupposti e dinamiche diverse, siamo ancora testimoni.

Ingresso gratuito

Info e prenotazioni

Ufficio Cultura Comune di Bastia Umbra 075.8018216-250

Comments

comments