Combustibili

Combustibili è la nuova produzione di Teatro di Sacco che ha debuttato con successo lo scorso settembre al Todi Festival. Si tratta di un’elaborazione originale e del tutto nuova del testo “Les Combustibles” che la celebre autrice belga Amélie Nothomb scrisse nel 1994, compiendo il rischioso salto dalla narrativa alla scrittura scenica.

La volontà di Teatro di Sacco di mettere in scena Combustibili – spiega la compagnia – nasce dalla pluridecennale attenzione “che la compagnia ha per la drammaturgia contemporanea e per le parole del nostro tempo, ritenendo che Amélie Nothomb abbia saputo raccontare grandi verità sull’animo umano e sui rapporti di forza tra gli esseri viventi”.

Dato il successo del debutto, al Trentennale di Todi Festival 2016, lo spettacolo viene riproposto al pubblico; si va in scena, infatti, dal 9 al 12 febbraio p.v. a Perugia, in Sala Cutu nell’ambito della Rassegna Indizi 2016/2017 e poi, in tournèe a Roma al Teatro dell’Orologio dal 16 al 19 febbraio p.v.

“Combustibili è l’occasione di indagare un’allegoria in forma di menzogna e una menzogna in forma di allegoria”. Afferma il giovane regista Samuele Chiovoloni. “I libri che amiamo e il rapporto che abbiamo con il loro contenuto (benché Combustibili parli anche e soprattutto della loro materia) cosa dicono di noi?

Una performance magnetica interpretata dai virtuosi attori Roberto Biselli, Letizia Bravi e Mauro Milone, con una regia originale, quella di Samuele Chiovoloni e un’ottima squadra di tecnici che hanno permesso la realizzazione dello spettacolo.

I tre protagonisti, un Professore universitario, il suo assistente Daniel e la giovane studentessa Marina, esplorano in dialogo e in soliloquio i casi estremi dell’indigenza e del freddo per rivelare quella che in “Acido Solforico” la stessa Amélie Nothomb definì la profonda “natura degli esseri”.

“Rigidità e forza sono compagni della morte, debolezza e flessibilità esprimono la freschezza dell’esistenza, ciò che si è irrigidito non vincerà”.

Andrej Tarkovskij

Comments

comments