PREJUDICE

In collaborazione con Unitre – Università delle Tre Età Perugia e con il patrocinio di Regione dell’Umbria, Comune di Perugia, Giovani Musulmani Italiani (sez.Perugia), Uilt, Teatro di Sacco, insieme ad gruppo di persone di età, nazionalità, fedi, esperienze diverse, celebra il giorno dedicato istituzionalmente nel mondo (risoluzione 60/7 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite del 1º novembre 2005) al ricordo di una della pagine più nere della storia dell’umanità, lo sterminio scientificamente premeditato di un popolo, gli ebrei e l’assassinio di oppositori al nazismo, omosessuali, rom e sinti , malati di mente o portatori di handicap.

Vorremmo che questo evento, che sviluppa il suo percorso drammaturgico intorno al pregiudizio – pulsione oscura ancora così fortemente presente nel nostro quotidiano e che è sicuramente ragione antica che ha permesso di innescare  l’immane tragedia, come altre tragedie, dell’uomo sull’uomo – sia il punto catartico delle serate del 27 e 28 gennaio 2017 e che sia fortemente condiviso da chi sarà presente.

Mettere a disposizione il lavoro e la mia esperienza per questo giorno è un impegno inderogabile e ringrazio tutti coloro che hanno prestato volontariamente il loro tempo, entusiasmo e la loro professionalità. Mi piacerebbe che quest’evento per il Giorno della Memoria della Shoah possa essere percepito anche come luogo di una possibile riconciliazione per una futura umanità. E’ questo il messaggio che noi, impegnanti nell’evento, italiani, tedeschi, svizzeri, polacchi, cristiani, cattolici, musulmani, laici, abbiamo vissuto intensamente insieme, e che vorremmo condividere con il pubblico.

L’evento si prefigge, infatti, di contribuire al mantenimento della memoria collettiva attraverso la condivisione, perché solo ricordando ciò che è stato si potrà, forse, impedire che non avvenga mai più la shoah nè tanti altri stermini di cui il genere umano si è macchiato durante la storia della sua faticosa conquista della civiltà e di cui, purtroppo, a tutt’oggi, seppur con presupposti e dinamiche diverse, siamo ancora testimoni.

Roberto Biselli

 

 

CREDITI

Testo: creazione collettiva

Regia: Roberto Biselli

Musiche dal vivo a cura di Ars et Labor

Violino Daniel Obando

Violoncellista Cristiano Bellavia

 Opere di Benedetta Galli e Danilo Fiorucci

Centro per l’arte contemporanea Trebisonda

 

 

Installazioni e video a cura di Rinaldo Morosi, Barbara Rutigliano e Gabriella Grisanti

Gli Interpreti:

Berretta Gabriella
Ciotta Claudia
Feroli Antonella
Giombini Raul
Jouhari Raja
Lolli Maria Rosaria
Menghini Anna
Morosi Rinaldo
Mosconi Eleonora
Moujoud Zineb
Myszka Natalia
Parapini Anna Paola
Pellicciari Angela
Percali Laura
Schmucki Elisabeth
Secondini Adriana
Tiradossi Giuseppina
Wondra Annamaria
Wondra Daniele

 

Canzone d’apertura: Floriana La Rocca

Tecnico: Umberto Giorgi

 Segreteria Organizzativa: Biancamaria Cola

 

 

Si ringrazia il Comune di Perugia nelle persone del Sindaco Andrea Romizi, dell’Assessore Maria Teresa Severini e dell’Assessore Dramane Diego Waguè per aver contribuito alla realizzazione dell’evento e per aver dato la disponibilità del Teatro per ben due giornate.

Ringraziamenti al Dott. Giambattista Manzoni dell’Accademia del Pavone e al Sig. Lauro Antoniucci, della U.I.L.T., che hanno reso possibile l’utilizzo del Teatro del Pavone il più antico e nobile della città.

Si ringrazia il Centro per l’arte contemporanea Trebisonda nelle persone di Benedetta Galli e Danilo Fiorucci per le opere esposte, nonché Rinaldo Morosi, Barbara Rutigliano e Gabriella Grisanti per le installazioni artistiche.

Ringraziamenti Christa Butzberger dell’Associazione Ars et Labor per le musiche dal vivo.

Un ringraziamento particolare al nostro storico partner Unitre – Università delle Tre Età Perugia nella persona della Presidente Rina Pesaresi De Angelis per aver contribuito alla realizzazione dell’intero evento.

 

Comments

comments